• Slide 1

    Benvenuti
    al Mubo

    Un bosco millennario oggi scomparso.
    La storia di una comunità del basso Salento da raccontare.

    • Slide 1
    • Slide Home 2
    • Slide Home 3
    • Slide Home 4
    • Slide Home 5
  • Slide Home 2
    • Slide 1
    • Slide Home 2
    • Slide Home 3
    • Slide Home 4
    • Slide Home 5
  • Slide Home 3
    • Slide 1
    • Slide Home 2
    • Slide Home 3
    • Slide Home 4
    • Slide Home 5
  • Slide Home 4
    • Slide 1
    • Slide Home 2
    • Slide Home 3
    • Slide Home 4
    • Slide Home 5
  • Slide Home 5
    • Slide 1
    • Slide Home 2
    • Slide Home 3
    • Slide Home 4
    • Slide Home 5

Le Sale del Museo

  • L’area un tempo occupata dal Bosco di Belvedere corrisponde alla parte più meridionale di una vasta regione endoreica, ovvero le cui acque non sfociano direttamente in mare...

  • In questa sala si trovano oggetti che evocano il millenario rapporto tra il bosco e le comunità che vivevano nel suo territorio...

  • Questa sala è dedicata al Paleolitico, il periodo più antico della storia dell’uomo. Nel paleolitico (2 milioni -10.000 anni fa) l’uomo vive di caccia e raccolta e trasforma materie prime come la pietra, l’osso e l’avorio in manufatti utili per le esigenze quotidiane e per occasioni cultuali...

  • Durante il Neolitico, che va dal VI-IV millennio a.C., l’uomo inizia a coltivare la terra e ad allevare gli animali, a levigare la pietra, a modellare la ceramica, a costruire villaggi...

  • La sala è dedicata ad un piccolo villaggio bizantino che gli archeologi medievisti dell’Università del Salento hanno indagato in località Scorpo, pochi chilometri a nord di Supersano...

  • Con il passaggio dai Bizantini ai Normanni nel corso dell’XI secolo, a controllo del territorio e dell’importante risorsa rappresentata da Bosco di Belvedere viene costruito un terrapieno o motta, oggi nota come Specchia Torriccella...

  • Nei documenti del Cinquecento, Supersano è indicata come Terra, un abitato a pianta regolare protetto da mura e castello e con al centro la chiesa parrocchiale intitolata a San Michele Arcangelo...

Il Bosco di Belvedere

“Era questo forse nella Provincia il bosco più vasto e vario per essenze arboree, ma oramai non rimangono più di arbustato e di ceduo se non poche moggia a Nord-Ovest verso Supersano; tutto il resto è ridotto a macchia cavalcante od a terreni coltivati a fichi, vigne e cereali” (Giacomo Arditi, 1879)

Indirizzo

Piazza IV Novembre
73040 Supersano (Le)

Orari

Lunedì - Venerdì
9.00 - 13.00 / 16.00 - 18.00
Sabato e Domenica
Su Prenotazione

Contattaci

Tel:
0833.632514
Email:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingua Offcanvas